H.13 Capitolo A.8.3: Soppressione delle prestazioni

Nell’applicazione concreta dei principi formulati nel capitolo A.8.3 occorrerà tener conto concretamente dei seguenti punti:

  • In primo luogo, l’organo competente del sostegno sociale dovrà comunicare per iscritto alla persona interessata di aver fissato per lei la condizione vincolante di dover accettare un lavoro concretamente disponibile, che corrisponda alle sue competenze, o, in altre situazioni, di dover far valere il proprio diritto a un’eventuale rendita. A tale scopo, alla persona interessata sarà fissato un termine adeguato, informandola anche che, in caso di non rispetto delle condizioni, esiste la possibilità di sopprimere le prestazioni.
  • Se, nonostante tutto, la persona interessata non rispettasse le condizioni poste, dopo aver chiarito la situazione nel rispetto del diritto della persona interessata di essere sentita (audizione), sarà possibile procedere a una soppressione completa o parziale delle prestazioni del sostegno sociale.
  • La soppressione di prestazioni dovrà essere comunicata sotto forma di decisione scritta, indicando anche le possibilità di ricorso. L’effetto sospensivo del ricorso può essere ritirato solo in casi eccezionali previsti dal diritto procedurale cantonale.
  • Anche se la decisione di soppressione delle prestazioni è cresciuta in giudicato, la persona interessata dovrà disporre della possibilità di inoltrare una domanda di riesame del suo diritto al sostegno sociale, se la sua situazione fosse cambiata. La decisione di soppressione deve menzionare tale possibilità.