D.3 Misure che favoriscono la qualità dell’integrazione sociale e dell’inserimento professionale

La qualità di una misura può essere giudicata dal suo effetto, vale a dire dall’utilità che ne consegue sia per la persona che vi partecipa, sia per la società. Ogni misura e ogni progetto devono essere utili ad entrambi. In tale ambito rivestono un’importanza primaria la crescita dell’autonomia personale e dell’autostima dei partecipanti.

Il ventaglio delle misure destinate a favorire l’integrazione sociale e l’inserimento professionale è ampio. In linea di principio si possono distinguere 4 tipi di misure:

  • misure d’orientamento professionale;
  • sostegni per l’integrazione nel mercato del lavoro primario;
  • programmi d’inserimento o di occupazione;
  • offerte all’interno del mercato del lavoro secondario;
  • offerte di tipo sociopedagogico e socioterapeutico.

 

Tutte queste misure possono contribuire sia all’integrazione sociale, sia all’inserimento professionale e sono applicate singolarmente o attraverso una loro combinazione. La situazione particolare della persona beneficiaria determina le misure specifiche da adottare. Gli obiettivi perseguiti dalle misure devono essere definiti in collaborazione con i beneficiari e devono tener conto in modo realistico delle risorse individuali nonché dell’ambiente circostante (famiglia, situazione del mercato del lavoro). Per questi motivi è indispensabile che l’esame, la valutazione e l’accompagnamento nell’ambito delle misure di inserimento (v. capitolo A.4) e di valutazione (cfr. capitolo D.4) siano effettuati da persone qualificate.