Significato delle direttive

Le direttive della Conferenza svizzera dell’azione sociale (COSAS) sono raccomandazioni destinate alle autorità preposte all’intervento sociale dei cantoni, dei comuni, della Confederazione e delle istituzioni sociali private.

Le direttive presuppongono una collaborazione efficace fra i servizi pubblici e privati che si occupano del sostegno sociale. Le prestazioni del sostegno sociale possono essere fornite da diverse istituzioni e strutture. I principi fondamentali formulati in queste direttive devono tuttavia essere rispettati da tutti gli attori operanti in questo settore.

Nel corso degli anni, le direttive della Conferenza svizzera dell’azione sociale si sono rivelate uno strumento di lavoro sempre più importante nella pratica e nella giurisprudenza.

Le direttive acquistano un carattere vincolante solo con la legislazione cantonale, i regolamenti comunali e la giuris­prudenza.

Le direttive sono applicabili a tutte le persone che beneficiano durevol­mente delle prestazioni del sostegno sociale (compresi i rifugiati riconosciuti), che vivono in un’economia domestica e sono in grado di assumersi gli obblighi che ne derivano. Per questo motivo non possono essere applicate alle persone di passaggio, che non hanno una propria economia domestica, a meno che si adattino alle specifiche situazioni individuali.

Le direttive non concernono i richiedenti d’asilo e le persone ammesse in Svizzera provvisoriamente, nonché gli Svizzeri all’estero.

Le norme di carattere finanziario, in linea di principio, vengono adattate all’evoluzione dei prezzi e dei salari.

La COSAS procede regolarmente ogni anno ad un riesame di queste norme e alla loro indicizzazione.

Presa di posizione della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali degli affari sociali (CDOS)

La presente pubblicazione „Concetti e indicazioni per il calcolo dell’aiuto sociale” offre risposte tenendo ampiamente conto della prassi riferita al soste gno sociale in generale e, in particolare, al calcolo del minimo esistenziale sociale.

La CDOS ha approvato le presenti norme il 20 maggio 2016, raccomandando ai Cantoni di adottarle.